Benvenuti sulla pagina della Scuola Vincenzo e Diego de Castro Pirano
Sede di Pirano
Sede periferica di Sicciole
Sede periferica di Lucia

Se voglio divertirmi leggo

La lettura non è un optional, ma una priorità educativa

 I “Letti di notte”, l’iniziativa per la promozione del libro e della lettura, organizzata dalla SE Vincenzo e Diego de Castro quest’anno è arrivata alla sua quinta edizione. Venerdì, 17 maggio 2019, dalle sei di sera fino alle otto del mattino, gli alunni della settima, ottava e nona classe di Pirano e Sicciole si sono affidati alle righe e alle attività legate al libro per passare insieme una notte indimenticabile. Un altro modo di fare scuola che non esclude lo stare insieme per divertirsi, per sorridere; un’avventura che ha un valore relazionale, ma anche didattico.

 

 

Se voglio divertirmi leggo

La lettura non è un optional, ma una priorità educativa

 

I “Letti di notte”, l’iniziativa per la promozione del libro e della lettura, organizzata dalla SE Vincenzo e Diego de Castro quest’anno è arrivata alla sua quinta edizione. Venerdì, 17 maggio 2019, dalle sei di sera fino alle otto del mattino, gli alunni della settima, ottava e nona classe di Pirano e Sicciole si sono affidati alle righe e alle attività legate al libro per passare insieme una notte indimenticabile. Un altro modo di fare scuola che non esclude lo stare insieme per divertirsi, per sorridere; un’avventura che ha un valore relazionale, ma anche didattico.

Muniti di sacco a pelo, dentifricio e spazzolino, bottiglietta d’acqua e, of course, il loro libro preferito, gli alunni partecipanti hanno iniziato la notte bianca del libro in modo creativo realizzando, sotto la guida dell’insegnante di arte Miriam Elettra Vacari, degli ex libris - delle piccole grafiche su cui hanno inciso un proprio motivo con il quale potranno timbrare i loro libri, quaderni o altri oggetti. Nella sezione musicale, guidata dall’ins. Maks Bembič, hanno messo in note la poesia del poeta sloveno Srečko Kosovel. Nel cerchio letterario hanno letto ad alta voce un passaggio dal loro libro preferito per poi continuare con la visione del film “Melissa P.” tratto dal libro “100 colpi di spazzola prima di andare a dormire” e, per non-finire, si sono dati alla lettura sotto le coperte con la torcia fino al mattino.

Il libro e la lettura, infatti, in questa scuola sono compagni dei bambini. “L’iniziativa nasce dalla convinzione che la scuola deve essere il luogo privilegiato per fornire ai bambini gli strumenti più adeguati per comprendere in modo sempre più approfondito testi di varia natura e soprattutto per trasmettere loro il piacere della lettura,” afferma Mojca Železen Repe, insegnante di sloveno e ideatrice del progetto.

Saper leggere è un’abilità che si apprende a scuola, attraverso un insegnamento formale, è un’abilità trasversale a tutte le discipline, è una “competenza chiave” per la vita. Convinti che la lettura non sia un optional, ma una priorità educativa a lungo termine abbiamo inserito i Letti di notte nel programma nazionale sloveno della Settimana dell’istruzione permanente. Perché promuovere e sviluppare nei bambini l’abitudine del piacere del leggere, di apprendere e di avere la consapevolezza di utilizzare il libro come strumento di apprendimento è una nostra priorità in assoluto, oltre all’intento continuo che i nostri alunni a scuola si sentano bene, sempre. 

Ksenija Orel,

bibliotecaria